Domande frequenti - BIOSTIMOLAZIONE DELLA PELLE MILANO

Biostimolazione della pelle Milano, di che cosa si tratta?
BIOSTIMOLAZIONE DELLA PELLE MILANO,  significa stimolare a livello del derma la nuova produzione di acido jaluronico, collagene ed elastina, che sono i 3 principali componenti della matrice extracellulare.
Questo trattamento viene effettuato mediante l’iniezione nel derma di acido ialuronico biorivitalizzante insieme ad un cocktail di vitamine, minerali, aminoacidi, coenzimi. Queste sostanze non costituiscono di per sé un “filler", cioè un trattamento riempitivo delle rughe, ma stimolano il naturale processo di rinnovamento della pelle e ne aumentano notevolmente l’idratazione.
Quindi, la 
BIOSTIMOLAZIONE DELLA PELLE MILANO, è un trattamento che di per sé non corregge una determinata tipologia di ruga, ma migliora qualitativamente le caratteristiche della pelle, rendendola più luminosa, compatta, idratata e giovane e attenuando le rughe più sottili. 

Quante sedute occorrono per vedere risultati apprezzabili?
Una singola seduta di BIOSTIMOLAZIONE DELLA PELLE MILANO non ha molto senso, generalmente ad una donna di 50-60 anni che presenta un invecchiamento cutaneo di grado moderato sono consigliate 4-6 sedute a distanza di 10-15 giorni l’una dall’altra, seguite da una seduta di mantenimento ogni 3 settimane.

Ho 28 anni, curo molto la pelle, specie del viso, va bene?
Per intraprendere trattamenti medici mirati al ringiovanimento cutaneo bisognerebbe giocare d’anticipo e mettere in atto un piano di prevenzione con la BIOSTIMOLAZIONE DELLA PELLE MILANO.
Quindi, iniziare a sottoporsi sin dai 30 anni circa e in modo regolare a trattamenti medico-estetici preventivi, quali la biorivitalizzazione, contrasta l’invecchiamento precoce e aiuta a mantenere la pelle giovane più a lungo. 

Il trattamento è doloroso?
L’ago utilizzato nella BIOSTIMOLAZIONE DELLA PELLE MILANO è sottilissimo, e si consiglia in ogni caso di applicare sulla zona da trattare 3 ore prima del trattamento una pomata a base di lidocaina (anestetico locale).

Dopo la seduta di biorivitalizzazione ci si può presentare in pubblico?
Nei giorni successivi al trattamento di BIOSTIMOLAZIONE DELLA PELLE MILANO, possono comparire nell’area trattata delle piccole ecchimosi, che scompaiono generalmente nel giro di una settimana. Si consiglia anche di applicare sull’area trattata una crema con fattore di protezione 50+ per 15 giorni dopo il trattamento.

Che cos’è il gel piastrinico?
Anche detto “plasma ricco di piastrine" (PRP, Platelet Rich Plasma ), è’ un gel biologico ottenuto dalla combinazione di due componenti del sangue: il plasma ricco di piastrine, contenente numerosi ed importanti fattori di crescita, e trombina, quale reagente. Le piastrine attivate elaborano, immagazzinano e rilasciano vari fattori di crescita (PDGF, TGFalfa e beta, IGF I e II, EGF, VEGF), che promuovono la neoangiogenesi, cioè la comparsa di nuovi vasi, la chemiotassi cioè la migrazione dei macrofagi e dei fibroblasti e la loro proliferazione, la sintesi di collagene ed acido ialuronico. In sostanza, i fattori di crescita liberati dalle piastrine sono in grado di stimolare ed accelerare i processi di guarigione e rigenerazione dei tessuti.

A che cosa serve il gel piastrinico? Quando può essere indicato?
Il gel piastrinico è utilizzato già da anni in chirurgia ortopedica, chirurgia maxillo-facciale, odontostomatologica, oculistica e nella terapia delle ulcere cutanee croniche. Recentemente la ricerca ne ha esteso l’impiego anche in medicina estetica per la biorivitalizzazione e il ringiovanimento cutaneo, anche in associazione con altre metodiche di medicina estetica, come il laser resurfacing, il fotoringiovanimento con IPL (luce pulsata), la biostimolazione con il Sistema Intraceuticals® all’ossigeno iperbarico, la tossina botulinica, i fillers. La biostimolazione con il gel piastrinico può essere indicata sia nelle pelli giovani a partire dai 28-30 anni come prevenzione, sia nelle pelli mature come trattamento dell’invecchiamento cutaneo. Questa procedura può essere effettuata, a seconda dei casi, a livello di volto, collo, décolleté, dorso delle mani, addome, parte interna delle braccia e delle cosce.

Come si svolge la seduta? Ogni quanto va ripetuta?
Si preleva dal Paziente un piccolo quantitativo di sangue venoso, che viene poi opportunamente centrifugato, in modo da ottenerne la separazione nella frazione contenente i globuli rossi, che viene scartata, e quella contenente plasma e piastrine, che viene invece recuperata e trattata con un attivatore piastrinico. Il gel piastrinico così ottenuto viene quindi subito reiniettato nel derma dello stesso Paziente da cui è stato prelevato. La tecnica iniettiva è simile a quella della biostimolazione classica con acido ialuronico, poiché viene eseguita con un ago sottilissimo (30G) e con tecnica a micropomfi. Il trattamento non richiede alcuna anestesia poiché non è doloroso, ma provoca solo un leggero fastidio assolutamente sopportabile. Le sedute andrebbero ripetute 1 volta ogni 3 mesi per 3-6 volte in totale, in base alle caratteristiche e al grado di foto- e crono-aging della pelle. Si consiglia in seguito di seguire un mantenimento con 1 seduta ogni 6 mesi.

Quali sono gli effetti? Dopo quanto si vedono i primi risultati?
I primi risultati sono visibili sin dal giorno dopo: la pelle appare sensibilmente più idratata e turgida, grazie alla componente plasmatica del gel piastrinico, che conferisce subito una maggiore idratazione. Dopo un paio di settimane si iniziano a vedere gli effetti legati alla stimolazione da parte dei fattori di crescita della rigenerazione tissutale: la pelle diventa a poco a poco più luminosa, compatta, elastica, e si attenuano anche alcune rughette. Questo tipo di risultato a lungo termine si consoliderà e stabilizzerà ulteriormente nel corso del mese successivo. Il miglioramento determinato da ogni seduta si sommerà in modo sinergico ai risultati prodotti dalle sedute precedenti.

Il viso appare “gonfio" ed “impresentabile" subito dopo l’infiltrazione di gel piastrinico?
Assolutamente no, quello che si osserva a livello delle aree trattate è del tutto sovrapponibile alle sequele della biostimolazione classica. Rispetto a quest’ultima, con il gel piastrinico si ha generalmente un edema (gonfiore) leggermente più evidente, ma che comunque si risolverà spontaneamente e completamente nell’arco di 24-48 ore. Nei giorni successivi al trattamento possono comparire nell’area trattata delle piccole ecchimosi (lividi), che scompaiono generalmente nel giro di una settimana e che comunque possono essere facilmente mascherati con il fondo-tinta. Per ridurre la probabilità che compaiano le ecchimosi si consiglia di evitare l’assunzione di farmaci antinfiammatori non steroidei (aspirina, nimesulide, ibuprofene, ketoprofene e similari) a partire da 15 giorni prima della seduta. E’ necessario astenersi dall’esposizione diretta al sole o a lampade UV ed evitare sauna e bagno turco nei 15 giorni successivi al trattamento. Si consiglia anche di applicare sull’area trattata una crema con fattore di protezione 50+ per 15 giorni dopo il trattamento.