Milano Via Melzi d'eril 26. Tel 3394774416
Forte Dei Marmi (LU) Via Duca d'Aosta 27. Tel 0584787541
Roma Piazza dei Re di Roma 71. Tel 067012470


PEELING CHIMICO MILANO

Galleria Fotografica

Peelings chimici  

Galleria Video

  • peelings chimici
  • https://www.youtube.com/watch?v=FdZINwVcZOE
  • https://www.youtube.com/watch?v=jApVjS1IqMY&list=UU68Zihm0r9HHMRpPHUJuboQ

IL PEELING CHIMICO MILANO.

Il 
LASER PER EPILAZIONE MILANO, consiste nell’applicazione sulla superficie cutanea di una o più sostanze esfolianti, che provocano la distruzione e la successiva rigenerazione di porzioni dell’epidermide e del derma.
Questa tecnica di 
PEELING CHIMICO MILANO, produce quindi un processo riparativo controllato, che può determinare un rinnovamento cutaneo con riduzione o scomparsa di cheratosi attiniche, discromie pigmentarie, rughe e cicatrici depresse superficiali.
Il 
PEELING CHIMICO MILANO, può determinare modificazioni della pelle a seconda della profondità di azione delle diverse sostanze attraverso vari meccanismi: - stimolazione della crescita epidermica attraverso la rimozione del solo strato corneo - distruzione specifica degli strati cutanei danneggiati con conseguente rigenerazione del tessuto normale (cheratosi attiniche e discromie pigmentarie) - induzione di una reazione infiammatoria più profonda nel tessuto (l’infiammazione può indurre la produzione di nuovo collagene e proteoglicani nel derma).
La classificazione del 
PEELING CHIMICO MILANO sulla base della profondità di azione:
Livello di profondità:
PEELING CHIMICO MILANO molto superficiali (strato granuloso epidermide) abbiamo: - Ac. Glicolico al 30-50% (o altri AHA) - Soluzione di Jessner applicata in 1-3 strati - Resorcinolo a bassa concentrazione (20-30%) applicato per pochi minuti - Ac. Tricloroacetico (TCA) al 10% applicato in singolo strato.
PEELING CHIMICO MILANO superficiali (derma papillare) abbiamo:- Ac. Glicolico 50-70% - Soluzione di Jessner applicata in 4-10 strati - Resorcinolo 40-50% per 60 minuti - TCA 10-30%.
PEELING CHIMICO MILANO media profondità (fino al derma reticolare superficiale) abbiamo: Ac. Glicolico 70% applicato da 3 a 30 min - TCA 35-50% - Peeling combinati
Profondi (fino al derma reticolare medio): Formula al fenolo di Baker e Gordon.


PEELING CHIMICO MILANO Acido glicolico: Viene impiegato a concentrazioni elevate per ottenere peeling superficiali e medi.
Le concentrazioni ad uso medico sono quelle da 40% in su, generalmente è usato al 70%. L’obiettivo del peeling è quello di ottenere una leggera esfoliazione, per rendere la superficie cutanea più liscia in assenza di effetti collaterali. Deve essere neutralizzato con sostanza a pH alcalino (bicarbonato di sodio).
In genere non provoca disconfort dopo peeling e non sono necessari giorni di astensione dalle attività sociali.

PEELING CHIMICO MILANO Acido tri-cloro-acetico (TCA): E’ il peeling più impiegato per il trattamento di esiti cicatriziali e rughe, tuttavia offre notevoli effetti migliorativi sulle cheratosi attiniche e sulle iperpigmentazioni. Può essere impiegato a concentrazioni diverse a seconda della profondità delle lesioni da trattare.
E’ necessario un priming (preparazione al peeling) nelle 2 settimane precedenti al trattamento.
Il 
PEELING CHIMICO MILANO non è doloroso, dura 5-10 min (è possibile impiegare creme anestetiche). Il protocollo di trattamento del peeling con TCA, anche con l’utilizzo di differenti concentrazioni, è simile. Possono essere utilizzate concentrazioni che variano dal 10 al 40 %.
In generale concentrazioni dal 10 al 25 % sono usate per la realizzazione di peeling superficiali, intraepidermici, mentre concentrazioni dal 30 al 40 % sono utilizzate per realizzare peeling che arrivano a livello del derma papillare.
La penetrazione della sostanza del 
PEELING CHIMICO MILANO,è influenzata da numerose variabili, tra le quali il tipo di pelle e lo spessore, il metodo di applicazione della sostanza, la preparazione della pelle al peeling, etc.
Un fattore molto importante, per ottenere un risultato soddisfacente con il 
PEELING CHIMICO MILANO, è la corretta valutazione dei differenti spessori cutanei.
Il medico esperto valuterà le differenti aree cutanee ed applicherà le concentrazioni adatte, a seconda delle differenti aree di pelle, valutando il numero dei passaggi ed il tempo di posa.
Indicazioni per il peeling al TCA: Invecchiamento cutaneo, elastosi; Discromie; iperpigmentazioni; melasma gravidico; Cheratosi; Esiti cicatriziali post-acneici; Smagliature; Esiti cicatriziali post-chirurgici; Dermatite seborroica e rosacea. L’acido tricloracetico (TCA), può essere utilizzato da solo o in combinazione con altre sostanze e metodiche: con la soluzione di Jessner, con l’acido glicolico, con la microdermoabrasione. L’utilizzo in combinazione con altre metodiche è in genere finalizzato al raggiungimento di risultati più evidenti e duraturi.

Il trattamento post 
PEELING CHIMICO MILANO: Il paziente deve essere correttamente informato sulle procedure post peeling, per evitare disagi e complicanze.
La pelle deve essere detersa con un detergente delicato, risciacquata con cura ed estrema delicatezza. E’ necessario, dopo il risciacquo, asciugare la cute evitando qualsiasi tipo di sfregamento o irritazione per non provocare esfoliazione precoce in qualche zona di pelle (utilizzare asciugamani di lino, evitando quelli di spugna).
Nei giorni post 
PEELING CHIMICO MILANO, è necessario mantenere la cute costantemente protetta con un prodotto emolliente (crema idratante), che dovrà essere applicato con delicatezza, evitando manovre manuali aggressive.
Il tempo di guarigione varia, a seconda della concentrazione utilizzata. Dai 4 giorni con le concentrazioni dal 10 al 15 %, da 8 a 12 giorni con concentrazioni superiori.
E’ importante, infine raccomandare al paziente di evitare in maniera assoluta esposizioni al sole o a lampade UVA - UVB, soprattutto nel caso di pelli scure e predisposte ad iperpigmentazione, per almeno due mesi dopo l’applicazione del peeling.
Nel 
PEELING CHIMICO MILANO, si raccomanda di usare con estrema disciplina, ogni giorno, un prodotto protettivo contenenti schermi e filtri solari protettivi, anche in casa.


Domande frequenti

Il peeling chimico?
Il PEELING CHIMICO MILANO, è una sostanza a pH acido che viene applicata sulla pelle e che rimuove parzialmente o totalmente l’epidermide. I peelings possono essere superficiali, medi o profondi a seconda del livello di penetrazione e, quindi, dello spessore di cute rimossa.
Lo scopo del trattamento è di rendere la pelle visibilmente più luminosa, omogenea e levigata ed attenuare rughe sottili, macchie, pori dilatati, acne ed esiti dell’acne.
Esistono molti tipi di 
PEELING CHIMICO MILANO: acido glicolico, acido salicilico, acido piruvico, soluzione di Jessner, acido tricloroacetico. La scelta dipende dal tipo di pelle e dal tipo di inestetismo da trattare.

Quante sedute vanno effettuate e ogni quanto?
Dipende dal PEELING CHIMICO MILANO che è stato scelto e dal problema da trattare. Ad esempio, se è stato utilizzato l’acido salicilico per una pelle seborroica/acneica, sono consigliate 4-6 sedute, 1 seduta ogni 3 settimane. Se invece dobbiamo trattare delle macchie cutanee tipo lentigo solari o melasma, si sceglierà il TCA (tricloroacetico), dalle 3 alle 6-8 sedute anche in rapporto alla risposta, 1 seduta ogni 4 settimane. Per aumentare l’efficacia del trattamento, si possono anche associare al PEELING CHIMICO MILANO, trattamenti complementari, come la luce pulsata o il sistema Intraceuticals® ad ossigeno iperbarico o la classica biorivitalizzazione iniettiva.

Dopo la seduta di peeling, ci si può presentare in pubblico?
Dipende dal tipo di PEELING CHIMICO MILANO eseguito e soprattutto dalla sua profondità. I peelings che vengono effettuati più spesso sono quelli superficiali e medi, e meno frequente è l’impiego dei peelings profondi, che invece non sono affatto socializzanti, in quanto la zona trattata, che generalmente è il viso, subirà una desquamazione piuttosto evidente nei 15 giorni successivi. Questo disagio post PEELING CHIMICO MILANO è, tuttavia, compensato dal risultato, che sarà un miglioramento nettamente visibile della qualità della pelle.

Si può prendere il sole dopo aver fatto un peeling?
L’unica avvertenza è proprio quella di astenersi dall’esposizione al sole o a lampade UV ed applicare una crema con fattore di protezione 50+ nei 15-20 giorni successivi al PEELING CHIMICO MILANO. E’ consigliabile anche evitare sbalzi termici, cioè il troppo caldo (sauna, bagno turco) e il troppo freddo per 15-20 giorni.


Compila il form per avere maggiori informazioni sull'argomento o per prenotare una visita.

 


  Security code

Informativa sulla Privacy:
ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed alla Privacy Policy si informa che con l'invio del presente modulo si autorizza Araco al trattamento dei dati personali riportati nel modulo stesso con le modalità e nei termini dell'informativa resa.